Il suolo è un bene comune e il suo consumo è anche una grave perdita economica e alimentare

Riportiamo da ECO dalle CITTA’
[12 febbraio 2013]

Intervista a Paolo Pileri, docente del Politecnico di Milano, sui gravi dati emersi da rapporto ISPRA sul consumo di suolo in Italia. Gli effetti sulla bilancia economica alimentare degli 8 mq al secondo di suolo cementificato. Gli indici di consumo e quelli di impermeabilizzazione. Le speranze riposte nel disegno di legge del ministro Catania che finalmente contiene una definizione di suolo come “bene comune”. E che il prossimo Parlamento lo approvi

di Stefano D’Adda

Al Convegno di Roma del 5 febbraio, organizzato da ISPRA – Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, CRA (Consiglio Ricerca e sperimentazione Agricoltura) e Università La Sapienza (Ingegneria Civile e Ambientale), si sono discussi gli allarmanti dati del consumo di suolo italiano nel periodo 1956 – 2010, dati ottenuti con i più aggiornati sistemi di monitoraggio. 8 metri quadrati al secondo di suolo cancellato, un processo che dal 1956 non conosce battute d’arresto, con una media nazionale passata dal 2,8% del 1956 al 6,9% del 2010. Ogni anno in Italia viene cementificata o coperta una superficie pari ai comuni di Milano e Firenze messi insieme, ossia circa 260 km quadrati.

Ne abbiamo parlato con Paolo Pileri, docente di Pianificazione urbanistica e ambientale al Politecnico di Milano, presente al Convegno di Roma, da anni impegnato sul fronte del suolo e delle azioni possibili per limitarne il consumo e autore del recente “Amor Loci – Suolo, ambiente e cultura civile”, scritto insieme ad Elena Granata.

continua la lettura

Come nutrire il mondo

In occasione degli ultimi Colloqui di Dobbiaco non è bastato il tempo per discutere in maniera più approfondita il tema se i prodotti Bio riusciranno ad alimentare l’intera umanità.

Un film in lingua tedesca “Die Zukunft pflanzen-Bio für 9 Milliarden” (Piantare il futuro – Bio per 9 miliardi) di Marie-Monique Robin offre una risposta che rispecchia lo spirito che aleggiava nella sala del Convegno dei Colloqui di Dobbiaco.

Sul sito http://www.arte.tv sono disponibili l’intervista a Marie-Monique Ronin, una galleria fotografica e il trailer del film (è acquistabile il DVD del film).

Vai alla pagina di Arte in francese

Vai alla pagina di Arte in tedesco

L’altra crisi, tra fame e land grabbing. De Castro: «La terra è l’affare del secolo!»

Riportiamo da Greenreport
Consumi | Economia ecologica
[ 9 ottobre 2012 ]

Luca Aterini

«I problemi dell’alimentazione mondiale sono acuiti da un fenomeno nuovo: l’accaparramento di terre fertili (land grabbing) da parte dei paesi in cui si registra un’esplosione dei consumi.
Il mondo deve trovare le soluzioni ad un’emergenza per molti aspetti inattesa». La corsa alla terra non è soltanto il volto nuovo con cui un’evoluta forma di colonialismo si affaccia su questo nostro mondo a rapida globalizzazione, ma anche il titolo della lecture che Paolo De Castro (nella foto) ha tenuto ieri, nella sala napoleonica dell’università degli Studi di Milano.

continua la lettura